• » METE MONDO
  • » UZBEKISTAN 2019 - viaggio concluso - VEDI COMMENTI

UZBEKISTAN 2019 - viaggio concluso - VEDI COMMENTI

Aprile 21/28 Tour di 8 giorni Urgenech, Bukhara, Samarkanda, Taskent cod06 19uzb 19sam

UZBEKISTAN 2019 - viaggio concluso - VEDI COMMENTI
UZBEKISTAN ON TOUR-2019

Un paese ricco di storia e di cultura, destinazione straordinaria ed affascinante. 

L'attuale Uzbekistan corrisponde in buona misura all'antica provincia persiana di Sogdiana storica area dell'Asia Centrale, comprendente gli attuali Uzbekistan meridionale e Tagikistan occidentale

La storia ricca di eventi importanti. Conquistata da Alessandro Magno nel IV secolo a.C., pass poi sotto il dominio dei turchi. Tra il VII e l'VIII secolo la regione conobbe il dominio degli arabi, per passare nuovamente sotto il controllo dei turchi nel X secolo. 

Nel XIII secolo entr a far parte dell'impero mongolo, prima sotto Genghis Khan e poi sotto Tamerlano che Samarcanda diverr uno dei grandi centri della civilt timuride e dell'Asia Centrale musulmana. 
Dal XVI secolo, con la dinastia di origine mongola degli Shaybanidi il paese comincia a chiamarsi Uzbekistan e nella seconda met del secolo la capitale viene spostata a Bukhara. 

Due formazioni, due Khanati, emergono successivamente e sono destinate a durare tra alterne vicende fino alla met del XIX secolo: il Khanato di Khiva e quello di Bukhara, spesso in conflitto tra loro, e dal Settecento si former, pi a est, il Khanato di Kokand. La regione fu per tutta l'epoca dell'Impero Safavide (XVI secolo - met del XVIII secolo) al centro di conflitti sia con i sovrani persiani che, pi tardi, con la nascente potenza russa.

Nel XIX secolo, l'impero russo cominci la sua espansione nell'Asia centrale; ma a differenza di altri territori turchi centroasiatici (Kazakistan, Kirghizistan), Khiva e Bukhara non vennero subito annesse, bens divennero emirati vassalli della Corona Zarista. I canati uzbeki di Bukhara e di Khiva furono fondati nel XVI secolo, seguiti nel XVIII secolo dal canato di Kokand. 

Alla rivoluzione bolscevica del 1917 segu una seconda fase dei rapporti con la Russia, con la creazione, dopo varie complesse vicende, di una entit, l'Uzbekistan, che entr a far parte dell'Unione Sovietica. Il 1 settembre 1991 l'Uzbekistan, dichiar l'indipendenza. Mentre gli stati baltici guidarono la battaglia per l'indipendenza, quelli dell'Asia centrale ne ebbero timore. lUzbekistan intriso di cultura islamica. 

A Tashkent custodito il corano ritenuto il pi antico dellIslam, il Corano di Osama, Uthman ibn Affan. Uthman fu il quarto uomo a convertirsi allIslam, e il terzo califfo che regn tra il 644 e il 656. Ebbe un importante ruolo nellespansione dellIslam, tra cui quello di realizzare ununica versione standardizzata del Corano diffusa in varie copie nelle province del califfato. 

Una di queste copie venne portata dal successore di Uthman, Ali, a Kufa, in Iraq, dove venne depredata da Tamerlano e trasportata a Samarcanda. 
Qui venne presa dai Russi durante linvasione del 1868 e portata a San Pietroburgo, dove rimase fino al 1924, quando Lenin decise di regalarla alla citt di Ufa in segno di amicizia.
La decisione scaten le proteste dei musulmani dellAsia centrale, per cui il Corano di Osama venne riportato in Uzbekistan a Tashkent, dove tuttora esposto presso il centro religioso Khast Imom.
Richiedi informazioni
Richiedi ulteriori informazioni senza impegno
  • Digita il codice di controllo
  • (*) I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Commenti
    • 02/05/2019 08:44:37 Elettra-Bologna Dice
    • L"Uzbekistan" si trova in Asia in mezzo ai tanti "stan", paesi, territori che la circondano. Si associava la citt di Samarcanda alla canzone di Vecchion ma in realt questo paese offre tanto di piu. Sono contenta del viaggio che mi ha permesso di vedere e conoscere questo interessantissimo paese gustando la storia, la societ, l''architettura, le persone. Il paese musulmano ma il governo attuale stato in grado di creare le condizioni per mantenere una calma che crea presupposti per lo sviluppo sociale. Le scuole coraniche, le madrasse, sono state ridotte e dunque mancano gli insegnamenti che generano adepti. Pensare che confina con l'Afganistan a sud est ma qui ti senti sempre al sicuro. Spero che le nuove generazioni potranno superare le regole sociali che impongono alle donne di stare a casa in attesa di essere scelte dal maschio di turno o vivere matrimoni combinati e comunque di arrivare vergini al matrimonio. Le citt sono pulitissime, dei gioielli in cui vivere e godere delle bellezze architettoniche. Sono stata benissimo in un gruppo coeso che si fortemente rispettato e valorizzato giorno dopo giorno. Una bella esperienza e tante fotografie. Davvero bello.
    • Voto
      5
Inserisci un commento
Commento
nik name
Voto
Nessuno 1 2 3 4 5


Voto
5
Menu
[[[[[[Aemme Viaggi Via Fiamme Gialle, 57 - 38037 Predazzo (TN) Italy Tel +39 0462 502355 Fax +39 0462 502042 e-mail: info@aemmeviaggi.it.
Carta di credito]]]]]]
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalit illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti alluso dei cookie.
Privacy PolicyOK