• » News
  • » DUBAI la storia

DUBAI la storia

Commercio oro petrolio e fama planetaria. 18dub

DUBAI la storia
STORIA DI DUBAI 
La storia di Dubai è piuttosto recente. Solo nel 1830 infatti l’omonimo emirato si separa da quello più grande di Abu Dhabi e fino al novecento Dubai rimane un piccolo villaggio tra i tanti che vive grazie alla pesca ed alle perle. Shariah era invece il principale polo commerciale della zona. Nel 1894 lo sceicco Maktoum bin Hasher al Maktoum decise una politica economica estremamente aggressiva. Esentò completamente dalle tasse i mercanti stranieri e tentò di convincere sia i mercanti di Shariah che quelli di Linagh a spostarsi a Dubai. La città, grazie a questo tipo di politica, riuscì ad attirare anche mercanti inglesi ed indiani e prosperò molto rapidamente ponendosi come punto di incontro per le mercanzie che dall’India raggiungeva l’Europa e vice versa. 

IL CAMBIAMENTO 
In seguito tutti gli sceicchi, ed in particolare nel 1939 Rashid bin Saeed al-Maktoum, continuarono nella politica anche perché la pesca delle perle diventava sempre meno redditizia. Dubai si specializzaò nel commercio di riesportazione. La merce, in pareticolare oro ed oggetti preziosi, viene acquistata e poi rivenduta un po’ ovunque. Verso la metà del novecento il Creek, il corso d’acqua che si insinua in Dubai spaccandola letteralmente i due, viene ristrutturato, sfruttando il fondo del Kuwait per lo sviluppo dell’economia araba. 

IL PETROLIO 
Il centro della città viene praticamente ricostruito e si da il via ad una vera e propria politica urbanistica. Nel 1966 nei pressi di Dubai viene trovato il petrolio. Sebbene si tratti di un toccasana per l’intera economia dell’emirato, la fonte principale di reddito rimase (e rimane tuttora) il commercio. Nel 1990 lo sceicco Rashid muore. Gli succede suo figlio che saggiamente continua con la lungimirante politica della famiglia investendo pesantemente nel commercio e nel turismo: Campi da golf, strutture alberghiere e molto altro viene realizzato tanto da far cambiare faccia all’intera città nel giro di pochissimi anni. I proventi del petrolio sono in buona parte reinvestiti in strutture.

TURISMO E GRATTACIELI 
Dalla breve storia riportata è possibile ritrovare alcuni tratti caratteristici di quello che oggi Dubai offre ai turisti. Innanzitutto tra i paesi mussulmani è certamente uno tra i più filo occidentali. Ne consegue una estrema attenzione per il turismo ed il commercio. Gli investimenti, derivanti dalla sua economia, consentono alla città di mutare forma molto velocemente e di offrire sempre nuove attrazioni per i turisti occidentali. 

THE WORLD 
Nel frattempo si consolida il "the world"  un grande e spettacolare arcipelago artificiale costruito al largo di Dubai circa una decina di anni fa, e composto da circa 300 isolotti di varie dimensioni che, visti dall’alto, ricordano la forma dei 5 continenti: c’è un’isola per ogni stato del mondo (escluso Israele).
[Richiedi informazioni]
[Richiedi ulteriori informazioni senza impegno]
  • [Digita il codice di controllo]
  • [(*) I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.]
[Inserisci un commento]
[Commento]
[nik name]
[Voto]
[Nessuno] 1 2 3 4 5
Menu
[Aemme Viaggi Via Fiamme Gialle, 57 - 38037 Predazzo (TN) – Italy Tel +39 0462 502355 Fax +39 0462 502042 e-mail: info@aemmeviaggi.it.
Carta di credito]
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Privacy PolicyOK