• » News
  • » ERITREA e LE GUERRE COMMERCIALI

ERITREA e LE GUERRE COMMERCIALI

Mille interessi tra Turchia, Qatar, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita Egitto Etiopia. 18eri

ERITREA e LE GUERRE COMMERCIALI
Le ambizioni di Turchia, Qatar, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita si scontrano nel Corno d'Africa, dove una vera e propria "guerra degli approdi" coinvolge i paesi dell'area centro orientale del continente per il controllo di una delle maggiori vie marittime del mondo e per le risorse dell'entroterra. 

Larea del Corno dAfrica interessata da anni da una guerra commerciale tra i paesi del Golfo Persico e non solo, che gestiscono diversi porti sulla costa che si estende a nord dalla Somalia, attraverso Gibuti, Eritrea e Sudan, in direzione del canale di Suez. 
Qui, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita da una parte e Turchia e Qatar dall'altra si contendono il controllo dei maggiori approdi, sia per motivi commerciali che militari. 

La sfida vede su fronti opposti il maggior esportatore di petrolio al mondo contro il paese con le pi grandi riserve di gas naturale del pianeta. 
Queste dispute coinvolgono tutti i paesi dellarea centro orientale africana: Sudan, Etiopia, Eritrea, Somalia e Gibuti, oltre all'autoproclamata repubblica del Somaliland e al territorio autonomo somalo del Puntland. 

La gestione dei maggiori approdi dellarea restituirebbe ai paesi coinvolti il controllo di una delle maggiori vie marittime al mondo, lo stretto di Bab el-Mandeb, che collega il mar Rosso allOceano indiano e al mar Arabico. Ecco dunque per l'Eritrea l'importanza strategica dei porti di Massawa e Assab.
[Inserisci un commento]
[Commento]
[nik name]
[Voto]
[Nessuno] 1 2 3 4 5
Menu
[[[[[[[Aemme Viaggi Via Fiamme Gialle, 57 - 38037 Predazzo (TN) Italy Tel +39 0462 502355 Fax +39 0462 502042 e-mail: info@aemmeviaggi.it.
Carta di credito]]]]]]]
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalit illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti alluso dei cookie.
Privacy PolicyOK